Garganelli al pesto di spinaci e nocciole

il

Dosi per 4 persone

Per la pasta:

  • 300 gr farina 00
  • 3 uova medie

per il condimento:

  • 150 gr spinaci freschi (o 200 gr congelati)
  • 50 gr nocciole tostate
  • 50 gr parmigiano
  • 80 gr olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe q.b.

Iniziate preparando i garganelli, quindi disponete la farina sul tagliere e ricavate un foro al centro. Rovesciate le uova e mescolate con l’aiuto di una forchetta. A poco a poco inglobate la farina presente ai lati e iniziate ad impastare con le mani. Il risultato sarà un panetto compatto e omogeneo. Lasciare riposare l’impasto per 30 minuti avvolto in pellicola trasparente. In questo modo perderà elasticità, facilitando la stesura.

Stendete il panetto con l’aiuto di un matterello o macchinetta. Ritagliate dei quadrati di 4cm X 4cm utilizzando una rotella e lasciate asciugare l’impasto per circa 10 minuti.

Avvolgete ogni quadrato sulla bacchetta del rigapasta e fateli scorrere sul pettine esercitando un po’ di pressione.

Preparate ora il pesto quindi, pulite gli spinaci e fateli cuocere in acqua bollente per 3 minuti (nel caso in cui fossero congelati, rovesciateli direttamente in acqua bollente per 3 minuti). Scolateli premendo con un cucchiaio per far uscire tutta l’acqua in eccesso. In un mixer unite le nocciole, il parmigiano, gli spinaci, l’aglio, il sale, il pepe e un filo d’olio e tritate per qualche minuto. 

Una volta che il composto sarà diventato omogeneo e cremoso, aggiungete l’olio a filo, continuando a mescolare. 

Cuocete ora i garganelli in acqua salata fino a quando non verranno a galla (per 3 minuti circa). Scolateli e fateli mantecare nel pesto aggiungendo infine un po’ di nocciole e scaglie di parmigiano.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Giusy ha detto:

    Mio Dio, quanto belle sono le tue ricette? Brava davvero… ti ho appena scoperta su Instagram è già ho voglia di preparare tutte le tue ricette. Scrivi bene e sei molto chiara e semplice dai voglia di leggere tutto. Amore a prima vista, non potrebbe essere altrimenti.

    1. Elena Spisni ha detto:

      Grazie mille Giusy, ne sono davvero felice. Per qualsiasi dubbio o curiosità non esitare a scrivermi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *